Hai un’azienda o un ristorante e vorresti farti pubblicità? Le piccole imprese possono beneficiare tantissimo del consulente SEO e non è esagerato dire che le imprese che non utilizzano il consulente SEO Milano sono in una situazione di gran lunga peggiore rispetto a quelle che investono nel search engine marketing. Avere un sito web ottimizzato e posizionato è il minimo nella nostra epoca: il denaro speso per la SEO non deve essere considerato un costo, ma un investimento. Ma come fare se non conoscete niente di queste cose?

E’ passato un po’ di tempo da quando ho scritto posizionamento seo come funziona (joomlaskin.it) questo articolo. Il mondo del digital è sempre in evoluzione e potresti trovare delle informazioni non più aggiornate.

Introduzione

marketing

La navigazione a faccette (o multidimensionale) permette agli utenti di navigare dei contenuti attraverso la selezione progressiva dei valori che possono assumere le caratteristiche di interesse dei contenuti da navigare.

La caratteristiche dei contenuti proposti si definiscono faccette (o dimensioni).

L’insieme dei telefoni cellulari può definire le seguenti faccette: Produttore, Modello, Peso, Sistema Operativo, ecc.

I valori che assumono le faccette sono definiti foci.

Nell’ esempio precedente dei cellulari potrebbero esserci le seguenti foci:

Produttore: Nokia, Samsung, Panasonic, Motorola, ecc Sistema operativo: Symbian, Windows Mobile, Palm OS, ecc.

Nell’esempio proposto la navigazione a faccette permette, quindi, agli utenti di poter attraversare i vari contenuti riguardanti un catalogo di telefoni cellulari selezionando le caratteristiche di interesse filtrando via via i diversi contenuti ottenendo quello di interesse.

Questo tipo di navigazione consente agli utenti di raggiungere e selezionare i contenuti desiderati anche avendo a disposizione un numero considerevole di elementi.

I vantaggi dal punto di vista dell’usabilità sono molti, poichè una catagorizzazione verticale classica, in questi casi non potrebbe dare gli stessi risultati in termini di numero di click per raggiungere le informazioni di interesse.

Dal punto di vista SEO, questa tipologia di navigazione, ha delle grandissime potenzialità poichè ha la caratteristica di generare un grande numero di pagine tematiche che offrono dei contenuti pertinenti in modo automatico.

Nel caso dell’esempio proposto, ci sono essere tutte le pagine riguardanti:

Nokia; Windows Mobile + Motorola ; Nokia + Symbian; ecc.

Per valorizzare dal punto di vista SEO questo tipo di struttura occorre attuare qualche accorgimento evitando che si riveli un “arma a doppio taglio”.

Ordinamento degli elementi:

come fare seo

Una delle difficoltà principali che si incontra nella gestione SEO della navigazione multidimensionale è la presenza del contenuto duplicato. Per questo motivo bisogna porre molta attenzione alla gestione dei link dell’ordinamento degli elementi che vengono presentati durante la navigazione:

Filtri successivi inutili:

Altro aspetto che può generare contenuto duplicato è l’applicazione di filtri successivi quando il sistema di navigazione restituisce un solo elemento.

se il mio sito dispone di un solo telefono Samsung, un utente quando selezionerà Samsung avrà a disposizione un contenuto che mostra il thumbnail ed il link al solo cellulare disponibile. Il sistema di navigazione, però, potrebbe permettere all’utente di selezionare ancora tutte le caratteristiche relative a quel modello ottenendo sempre la stessa lista e quindi del contenuto duplicato.

L’immagine proposta illustra un elenco di prodotti composto da un unico elemento ed un sistema di navigazione a faccette che prevede ulteriori filtri non necessari.

URL parlanti e univoche:

Inoltre le URL di ogni singolo contenuto devono essere “parlanti” ed univoche.

Ad esempio la pagina Nokia + Symbian OS può essere raggiungibile in due modi: con la selezione di Nokia e poi di Symbian OS o viceversa. È possibile trovare maggiori informazioni su controllo posizionamento seo (www.seogarden.net) (http://www.seogarden.net/) sulla nostra homepage. Le URL di questo contenuto, però, non devono essere diverse a seconda del percorso di navigazione (ad esempio www.miosito.it/parametri?marca=nokia&SO=Symbian e www.miosito.it/parametri?SO=Symbian&marca=nokia ) e questo implica degli accorgimenti in fase di sviluppo.

Come avete potuto vedere, questo tipo di sistemi di navigazione possono avere davvero delle grossissime potenzialità lato SEO, ma come tutte le applicazioni che generano automaticamente contenuti è necessario qualche accorgimento perchè non abbiano l’effetto contrario.

Un buon sistema a faccette presente sul web, che ha grandi prestazioni sul posizionamento è quello di Kelkoo che nel tempo ha visto una serie di raffinamenti interessanti.

Vi siete mai imbattuti in questo tipo di ottimizzazione? Avete per caso incontrato altri aspetti critici di cui credete valga la pena discutere?